Vai al contenuto
Home » il blog dei COURMATRAILERS » la strada verso il tor di “scommetti per un sorriso”

la strada verso il tor di “scommetti per un sorriso”

Eccoci di nuovo pronti per qualche aggiornamento , in questa settimana clou per la stagione estiva, dove, tra un allenamento e l’altro, tra una gara e l’altra, ci si comincia a preparare per i trail obiettivo della stagione: per alcuni il circuito UTMB e per altri il TOR….

Ed è per questo che l’ultimo allenamento organizzato dal Pres Albi ha ripercorso il TOR30, ultimi 30 km del Tor, con la particolarità di effettuarlo in notturna….

il gruppo al completo

L’organizzazione si è messa in moto, attraverso la chat wathsapp dei courmatraining ( a proposito, se siete interessati, contattateci e vi inseriremo) e in quattro e quattr’otto sono spuntate dal cilindro due fantastiche autiste che si sono sparate Courmayeur – Saint Remy en Bosses e ritorno alle 21,30 di sera, per la cronaca, la supersonica Erika Noro e la new entry Chiara Fregnani, entrata subito con generosità nelle fedelissime della associazione.

Passaggio al Frassati

Il Pres Albi era in compagnia di Rino, Max e Giuliano, già cinghiali conclamati, a cui si sono aggiunti Enzo con Mara, Guia e Andrea Deca….super gruppo e spazio anche per i sorrisi, da come si può vedere nelle foto! Top!!!

Passaggio al Malatrà

Eh sì…come tutti sapete i sorrisi sono il fil rouge della nostra estate associativa….

Il fil rouge che lega il progetto “Scommetti per un sorriso” a Missione Sorriso Valle d’Aosta, a cui verrà devoluto tutto ciò che verrà donato in beneficenza attraverso questo progetto….

Il logo di Missione Sorriso

E allora per accompagnarvi in questo viaggio di sorrisi, da qui fino al Tor, le parole e le emozioni dei clown saranno presenti in ogni nostro articolo, traendo gli scritti dal libro ” Il Naso Rosso…vissuti ed emozioni di un Clown Dottore in Ospedale” – Missione Sorriso Valle d’Aosta – edizioni Tipografia Pesando

Primavera

Cammino sulla poderale e la trovo incantevole, come ogni volta che la percorro. ….Noto un fiore e mi inginocchio per guardarlo meglio. Ha quattro petali viola dai contorni morbidi, sarebbe un bellissimo colore da usare in corsia. Possibile che dopo tutti i fiori fatti con i palloncini, ancora i petali mi vengano così irregolari? Dovrò esercitarmi ancora, migliorerò, ma in fondo il senso di quei fiori non è essere perfetti.

Esistono perchè il loro profumo si possa sognare, per colorare gli spazi dove vengono messi, per poter essere donati, per far nascere un sorriso.

I miei cani mi raggiungono e mi leccano la faccia incitandomi a continuare la passeggiata. Mi rialzo senza fatica, senza paura.

Mi accorgo che finalmente ci riesco di nuovo come prima della diagnosi e riprendo a camminare.

Guardo Tito e Tina annusarsi intorno, scodinzolare, affrontare il mondo con quella semplicità che gli ho sempre invidiato e sorrido, chiedendomi cosa penserebbero se sapessero che il nome che ho scelto come clown dottore è dottoressa Qualazampa. ( tratto da Il Naso Rosso, pag. 22)

Clown dottore Missione Sorriso

Buone corse a tutti, amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Fashion is the new zen

Courmatrailers alla UTLO